PARROCCHIA

CHIESA SANTISSIMA MARTIRI MACCABEI

La chiesa fu edificata a lato del riale, sull'orlo del terrazzo su cui poggia il villaggio di Villa.Stupisce che la chiesa sia a ridosso del riale, esposta alle valanghe.Fu infatti demolita tre volte in secoli sucessivi (nel1594, 1634, 1695), e anche in quei frangenti si continuò a costruire sullo stesso luogo.La chiesa dedicata a sant'Eusebio è menzionata per la prima volta nel Liber sanctorum mediolani di Goffredo da Bussero, nel '200.A fine '300 mancano totalmente le notizie sulla vita della parrocchia.Un solo nome di parroco, nel 1387:"presbiter Angelo de Napula ofitialeS. Euxobii de Bedoledo".Nei regesti leggiamo di persone che, abitando vicino alla chiesa, ne assunsero il nome:

1378-Johanninus de la Ecclesia.

1400-Johannis de Lagexia fq Martini de Lagexa de Bedoredo.

1428-Tomaxio fq Martini ab Ecclesia

A fine '300 e a tutto '400 la vita sociale in valle si fece più forte e probabilmente in questo contesto giunsero gli aiuti anche alla parrocchia, solitamente sotto forma di lasciti, in genere affitti annuali di determinati fondi.La chiesa può anche fare prestiti e ricevere fondi.